TOP

MINISTERO DELLA DIFESA – Incontro del 22 dicembre Ministro Pinotti

images login-logo

 

MINISTERO DELLA DIFESA

Incontro del 22 dicembre Ministro Pinotti

In data odierna si è tenuto l’incontro con il Ministro Della Difesa riguardante le urgenti tematiche relative al personale civile.

Il Ministro in apertura di riunione ha esteso attraverso le OO.SS. gli auguri per le prossime festività a tutto il personale civile del dicastero.

Il Ministro, in premessa, ha affermato la volontà nel voler individuare strumenti condivisi per la valorizzazione del personale civile, così come indicato nel Libro Bianco della Difesa.

Le problematiche oggetto discussione sono state le seguenti:

-          Aumento dei posti per le progressioni economiche a oggi sostanziate in 1095 posizioni disponibili; le posizioni disponibili scaturiscono dal D.P.C.M. derivante dall’attuazione della spending review, a oggi difficilmente modificabile.

-          Attuazione della performance individuale cosi come stabilita dal documento dell’OIV; a differenza degli altri ministeri il personale civile sarà valutato da una dirigenza disomogenea con stati giuridici diversi e diversi obiettivi senza tenere conto che il nostro dicastero è soggetto a continui processi di riorganizzazione e chiusure di enti.

-          Transito dei militari nei ruoli civili; non si comprende come si possa attuare la riduzione di 10.000 unità civili prevista per il 2024 (legge Di Paola) se oltre ai non idonei transiterà il personale militare in esubero.

-          Riconoscimento della dignità funzionale e retributiva; riteniamo che il gap esistente con gli altri ministeri possa essere colmato attraverso un percorso normativo innovativo che vada a riconoscere la specificità del personale civile della Difesa.

In sintesi la nostra delegazione ha rappresentato che:

Continua la lettura sul sito

FLASH 2015.12.22 n.26 incontro ministro pinotti

Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

AGLI STATALI LE BRICIOLE – La Legge di Stabilità 2016

PARLAMENTOrinnovi-contrattuali-pubblico-impiego1-120x120

AGLI STATALI LE BRICIOLE

  La Legge di Stabilità 2016 è stata approvata anche al Senato e dovrebbe entrare in vigore dal 1° gennaio 2016, dopo la trasmissione al Quirinale e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Non è una novità ma semplicemente una conferma: nonostante la sentenza 178/2015 della Corte Costituzionale per i rinnovi dei contratti nazionali collettivi dei dipendenti pubblici ci sono poche briciole, ovvero solo 300 milioni di euro, dei quali 74 milioni sono destinati a personale delle Forze Armate e delle Forze di Polizia e 7 milioni sono assegnati al restante personale in regime di diritto pubblico.

Nuovo tetto alla contrattazione: si ripristina (sia pure in forme leggermente diverse) il blocco della contrattazione decentrata. Dal 1° gennaio 2016 l’ammontare delle risorse destinate annualmente al trattamento accessorio del personale, anche di livello dirigenziale, non può superare l’importo del 2015 e viene automaticamente ridotto in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio.

….continua la lettura sul sito

FLASH 2015 N 19 – Stabilita dicembre

Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

MINISTERO DELLA DIFESA – Incontro FUA 2015

login-logo

MINISTERO DELLA DIFESA

Incontro FUA 2015

Lettera OOSS

FLASH 2015.12.15 n.25 FUS 2015

tabella sviluppi economici 2015

Oggi 15 dicembre 2015 presso la Direzione Generale del Personale Civile, abbiamo incontrato il direttore generale dott.ssa Anita Corrado per discutere la proposta d’accordo sul FUA 2015.

Primo punto interessante il reintegro dei circa 6.000.000 di euro che mancavano all’appello rispetto al 2014.

Il punto focale della proposta di accordo riguarda però gli sviluppi economici. L’Amministrazione ribadisce che, per effetto dell’interpretazione restrittiva dell’ultimo D.P.C.M derivante dalla spending review, il numero delle progressioni economiche non potrà essere superiore a 1.095 e riguarderà n. 481 dipendenti   della 3^ area e n. 614 della 2^ area.

La 1^ area continua ad essere non pervenuta.

Continua la lettura sul sito

Saluti Giovanni Orefice.

 

Read More
TOP

TRATTAMENTO ECONOMICO DEL PERSONALE CIVILE DELLA DIFESA

 login-logo

  TRATTAMENTO ECONOMICO DEL PERSONALE

CIVILE DELLA DIFESA

PUNTO DI SITUAZIONE SULL’ATTIVITA’

DEL GRUPPO DI LAVORO

A soli due giorni lavorativi dal “flash mob #specificità” del 5 novembre e come richiesto dalla nostra delegazione ricevuta il giorno stesso, l’Amministrazione ha fornito elementi, attraverso una nota che alleghiamo, circa l’attività del gruppo di lavoro istituito il 16 giugno 2015 dal Ministro.

Certi dei risultati della prima fase, quella dedicata all’analisi del “gap retributivo” con i dipendenti di altre amministrazioni e conoscendo bene quali sono le cause di tale gap, rimaniamo in attesa di capire quale percorso normativo, anche innovativo, l’Amministrazione individuerà e proporrà a supporto di un riconoscimento funzionale e del relativo trattamento economico “tenendo conto dello specifico contesto di impiego del personale civile della Difesa, in relazione ai fini istituzionali del Dicastero stesso”.

Federazione Intesa Difesa continuerà a tenere alto il livello di attenzione sul riconoscimento della specificità al personale civile e continuerà a tenervi aggiornati sui prossimi sviluppi.

Continua la lettura sul sito

FLASH 2015.11.10 n.22 trattamento economico del personale civile della difesa gruppo di lavoro

09.11.2015 – Nota del Gabinetto road map Gruppo Lavoro DM 16.06.2015.compressed

Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

Ministero della Difesa – Specificità… “LE VERITA’ NASCOSTE”.

login-logo

 “Ministero della Difesa”

Specificità…
“LE VERITA’ NASCOSTE”

Siamo arrivati a novembre e siamo in attesa di conoscere le risultanze del gruppo di lavoro per la valorizzazione del personale civile istituito dal Ministro Pinotti e presieduto dal Sottosegretario Rossi.

Da tempo sosteniamo e proponiamo al vertice politico (purtroppo solo noi) che, ai fini del riconoscimento della dignità funzionale e retributiva della categoria, venga inserito tutto il personale civile della difesa nell’Art. 3 della legge 165/2001.

I suddetti riconoscimenti non possono e non devono essere ridotti a un mero ed episodico incremento del FUA.

La proposta della FEDERAZIONE INTESA FP Difesa, è quella di ottenere il riconoscimento della specificità delle funzioni attraverso un percorso normativo che le vada a codificare.
Il conseguente riconoscimento retributivo attraverso una indennità di riferimento, derivante da fondi stabilizzati, andrebbe a concorre anche e soprattutto al calcolo pensionistico.

FLASH 2015.10.30 n.21 specificità le verità nascoste

  Continua la lettura sul sito

Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

Ministero della Difesa raccolta firme a favore della SPECIFICITA’

login-logo

RACCOLTA FIRME

DEI DIPENDENTI CIVILI DELLA DIFESA

A SOSTEGNO DEL RICONOSCIMENTO DELLA DIGNITA’ FUNZIONALE E RETRIBUTIVA ATTRAVERSO LA SPECIFICITA’

 Una raccolta di firme che manifesta lo stato d’animo e le aspirazioni dei colleghi.

Colleghi stanchi di essere considerati personale di serie B, di essere l’ultima ruota del carro nel Ministero della Difesa e della Pubblica Amministrazione pur contribuendo con professionalità e diligenza in ogni grande o piccola articolazione a quelle fondamentali funzioni per il paese che risultano essenziali, imprescindibili e speciali, ma solo a parole …

Continua la lettura sul sito

 FLASH 2015.09.21 n.12 specificità raccolta firme

Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

“MINISTERO DEGLI INTERNI” TAGLIO PREFETTURE, NESSUNO ABBASSI LA GUARDIA !

login-logo

“MINISTERO DEGLI INTERNI”

TAGLIO PREFETTURE,
NESSUNO ABBASSI LA GUARDIA !

Le assemblee di Belluno e Pordenone restituiscono colleghi consapevoli della centralità del loro impegno e
pronti ad ogni mobilitazione!

Le recenti strumentali dichiarazioni del Ministro Alfano e del Ministro Madia sono state molto utili per rappresentare e dimostrare ai colleghi che nulla è scongiurato.

Dichiarazioni che alimentano, piuttosto, il bisogno di unità tra tutti i colleghi, anche se non al momento coinvolti, per prepararsi a portare un sostegno ai colleghi delle 23 province interessate.

Dichiarazioni utili, nel confuso scenario che emerge, per recuperare prima che sia troppo tardi una dignità e unità come categoria professionale e per sollecitare, al contempo, efficaci rivendicazioni indispensabili per il nostro futuro e per la nostra stessa amministrazione.

Le assemblee svolte recentemente a Belluno e Pordenone, in attesa di raggiungere le altre sedi portando sempre utili aggiornamenti e non vuote parole, hanno visto la piena partecipazione del personale civile della Prefettura, della Questura  e delle altre articolazioni ministeriali sul territorio.

Un’ampia e sentita partecipazione, sostenuta anche da politici e parlamentari del territorio, e seguita anche dalla stampa e dalla televisione, come risulta dalla rassegna stampa unita a questo comunicato.

Ne è emersa una seria preoccupazione per il destino di quelle sedi, per la tutela delle famiglie e degli stipendi dei colleghi in servizio in quelle sedi e al contempo per il territorio che verrebbe privato di adeguati livelli di sicurezza e protezione civile.

I colleghi in assemblea hanno convintamente appoggiato la linea della Federazione INTESA per opporsi, con ogni utile forma di lotta e rivendicazione, a tali “illogici” tagli delle 23 prefetture, ricercando gli stessi risparmi – peraltro esigui –  al Viminale piuttosto che in periferia.

Hanno soprattutto ribadito l’importanza strategica di completare il progetto di specificità per la nostra categoria, insieme a quello per una Sezione Governo, recentemente accolto dal Governo (vedi Flash n. 22 del 22/07/2015).

Flash 2015 n 30 – Taglio Prefetture – Nessuno abbassi la guardia

——–
Rassegna stampa Belluno e Pordenone
 -  

TG Regione Friuli Venezia Giulia
———-

PER LA TUA SEDE, IL TUO POSTO DI LAVORO, LA TUA PROFESSIONALITÀ:
SE NON HAI ANCORA FIRMATO

FIRMA QUI O RIVOLGITI AI NOSTRI RESPONSABILI TERRITORIALI

 http://www.buonacausa.org/cause/specialitapersonale

 Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

FLASH 2015 N 18 – Rinnovo del Contratto del Pubblico Impiego.

login-logo rinnovi-contrattuali-pubblico-impiego1-120x120

IL RINNOVO DEL CONTRATTO DEL PUBBLICO IMPIEGO
PROBLEMI SEMPRE PIU’ GRAVI MA LE SOLITE LITURGIE

Dalla privatizzazione del 1995 in poi è andata sempre peggio. Una strada sempre più in salita, nell’indifferenza imbarazzante della politica che decide, e qualche strumentalizzazione di comodo dell’opposizione di turno. Il ruolo del sindacato doveva iniziare a cambiare da allora, ma le voci fuori dal coro sono sempre state molto poche, ridicolizzate o demonizzate, a secondo i momenti, e la gran parte del popolo del pubblico impiego si è cullato nell’idea che dovesse essere qualcun altrocompreso il sindacato, a dover risolvere il problema.

Qui occorre fare chiarezza: la delega sindacale serve per l’attività vertenziale “in rappresentanza” dei lavoratori, non “in assenza”deilavoratori. Ovvero, nelle questioni di grande rilevanza per cui il nostro “datore di lavoro” compie atti che vanno in barba anche ai più elementari principi del buon senso (vedi la proposta dei 10 euro lordi), non basta la sola funzione di rappresentanza ma serve la partecipazione attiva anche dei rappresentati.…continua la lettura sul sito

FLASH 2015 N 18 – Rinnovo del Contratto del PI

Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

“MINISTERO DELLA DIFESA” 22 ottobre – Tavolo tecnico sul Regolamento.

login-logo

“MINISTERO DELLA DIFESA”

22 ottobre – Tavolo tecnico sul Regolamento

 

Il 22 ottobre si è tenuto il primo incontro relativo alla stesura del regolamento che dovrà andare a stabilire i compiti gli ambiti e le funzioni delle due componenti presenti nel nostro dicastero.

In sede di riunione ci è stata consegnata una bozza di lavoro (in allegato) che a grandi linee indica l’attuale organizzazione.

Definire con chiarezza le funzioni del personale civile significa distinguere le funzioni operative, proprie della componente militare, da quelle tecnico amministrative, proprie della componente civile, evitando sovrapposizioni di funzioni e di ruoli che ad oggi hanno relegato i lavoratori civili in un angolo dell’amministrazione.

FLASH 2015.10.22 n.20 tavolo tecnico regolamento

FLASH 2015.10.22 n.20 all bozza di lavoro tavolo tecnico regolamento

Continua la lettura sul sito

Saluti Giovanni Orefice.

Read More
TOP

“NON E’ MAI TROPPO TARDI” – Ufficio Consulenze Pensionistiche.

login-logo

 “NON E’ MAI TROPPO TARDI”

Si riporta il testo di questo Ufficio Consulenze Pensionistiche, emanato in data 07/06/2015, riguardo gli effetti operativi della riforma della P.A. ( D.L. 90/2014, convertita in Legge, 07/08/2015, n° 124 – G.U. 13/08/2015)

 A seguito dell’approvazione del decreto legge sul pubblico impiego (D.l 101/2013) e del decreto legge sulla P.A. (D.l. 90/2014) sono cambiate le regole per la risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro da parte delle Pubbliche Amministrazioni. I provvedimenti in atto hanno perseguito l’obbiettivo di limitare la possibilità di proseguire il rapporto di lavoro dopo il compimento dell’età pensionabile per i lavoratori del pubblico impiego, da un lato abolendo il trattenimento in servizio, quell’istituto che consentiva di restare per un altro biennio sul posto di lavoro dopo l’età per il pensionamento; dall’altro rendendo strutturalela facoltà di risolvere unilateralmente il rapporto di lavoro nei confronti dei lavoratori che hanno raggiunto la massima anzianità contributiva ( 41 anni e 6 mesi per le donne e 42 anni e 6 mesi per gli uomini ), che nel 2016 aumenteranno di ulteriori 4 mesi a seguito dell’incremento alla speranza di vita ( Legge Fornero ), precisando che il limite ordinamentale,  per la permanenza in servizio è di 65 anni, può essere solo superato per consentire al lavoratore di perfezionare il diritto alla pensione. Le predette regole, sono state cristallizzate dalla su richiamata Circolare 2/2015 (Madia) con la quale ha individuato i limiti e le modalità per l’esercizio del potere di collocare in pensione d’ufficio i dipendenti pubblici. Facciamo degli esempi, entrando nella specificità dei casi:…continua la lettura sul sito

FLASH+2015+N+3+-+come+avevamo+detto.compressed (1)

Saluti Giovanni Orefice.

 

Read More